Le pietre e l'uomo

Sin dai tempi più remoti l'uomo è rimasto incantato dai cristalli , dalle pietre dure e preziose. Esse esercitano un fascino sottile sia in forma grezza sia nelle versioni più elaborate dei gioielli. L'uomo ha osservato ed ha imparato a conoscerne proprietà e usi terapeutici.
Ma al di la del piacere istintivo che si prova semplicemente guardandole o toccandole, le pietre sono una preziosa fonte di benessere che l'Occidente sta riscoprendo insieme alle più diffuse dottrine Orientali, malgrado che con la civilizzazione quest'utilizzo sia andato diminuendo e le proprietà delle pietre sono sempre più relegate tra le pratiche superstiziose o all'interno della cristalloterapia, una scienza a tutti gli effetti,ma che viene ancora guardata con sospetto negli ambienti scentifici.
I cristalli sono grandi conduttori, amplificatori e trasmettitori di energia. sono un concentrato di energia sotto forma cristallina.
Le pietre assorbono e ricevono energia sotto forma di frequenze.
Le pietre sono composte di minerali che irradiano cariche elettriche ed elettromagnetiche.Il loro campo elettromagnetico influenza in modo impercettibile l'ambiente circostante ed è per questo che il loro contatto può essere benefico per la mente ed il corpo umano.
Il campo elettromagnetico è facilitato se le pietre sono incastonate in elettroliti come rame, argento o oro e portate come anelli al dito.
L'uomo può unirsi alle pietre, entrare in sintonia con esse, trovare la frequenza giusta. Quando questo succede, avviene un passaggio di Energia, di vibrazioni, in grado di aiutare l'uomo. Per questo, (forse non tutti lo sanno), le pietre sono utili per curare malattie e disturbi.
Ogni pietra ha la sua caratteristica, e quindi un tipo di energia diversa che va ad interferire con la frequenza della nostra aura, a creare e scatenare reazioni che permettono l'evolversi della malattia.